fbpx

Temi del mese

Il Potere dei Suoni

Un amico mi regalò un cd di musica, porgendomelo mi disse: “questa musica è davvero pacifica e vedrai che sarà perfetta per le tue sessioni di meditazione”. Ascoltai il cd e riscontrai che in effetti quella musica era veramente rilassante. Questa esperienza fece sorgere in me alcuni interrogativi, mi chiesi, perchè tutto ciò avviene?

Da cosa dipende il fatto che una musica possa rilassare e quindi influenzare l’animo umano?

Dipende dalle note musicali? Dagli strumenti suonati? Dal “sentimento interiore” dell’artista mentre suona il brano musicale?

Da queste domande è iniziata la mia ricerca sul potere curativo dei suoni e su come, secondo le antiche scritture, il corpo umano ne viene influenzato.

Nella cultura vedica il suono è concepito come primario, cioè precedente al linguaggio. E nella nostra cultura occidentale, si può fare riferimento alla frase biblica: “da principio fu il Verbo”. Esiste addirittura una leggenda di una tribù della foresta amazzonica, gli “Uitoto”, che afferma: “all’inizio la Parola diede origine al Padre”. Qui il suono addirittura precede Dio (Padre) in ordine di importanza.

Secondo la “Brhadaranyaka Upanishad”, il mondo è creato dalla musica primordiale.

La musica di cui si parla è la sacra sillaba OM che rappresenta l’essenza del mondo.

La sillaba mistica OM, è il mantra per eccellenza. Om è la concentrazione della lettere A, U, M, che simboleggiano la Trimurti A (Brahma), U (Visnu), M (Shiva).

E’ la sillaba sacra che costituisce il compendio di ogni possibile suono articolato. Viene prodotta con la gutturale A, la labiale U e la nasale M. I tre suoni sono trascesi dalla sonorità pura espressa dalla sonante nasale come vibrazione che simboleggia l’Assoluto Ineffabile.

L’esistenza dell’uomo e del mondo esterno è strettamente legata al suono.

Il suono forma la lettera, le lettere formano la parola e le parole la frase e così la vita quotidiana si svolge per mezzo del linguaggio. Ecco perché la sacra sillaba Om, essenza e sintesi del linguaggio e del suono, ha potere sul mondo umano e sulla materia.

Per questo motivo è molto importante recitare l’OM durante una classe di yoga o prima della pratica di meditazione.

Partito dalla vibrazione primordiale OM, ho proseguito la mia ricerca e sono passato a identificare quali suoni hanno caratteristiche riconducibili ai generi femminile e maschile.

Ho scoperto come il suono dell’acqua porta con se caratteristiche più femminili, mentre il fuoco, il tuono, caratteristiche più maschili. Da questa breve premessa, possiamo trarre diverse informazioni che ci possono aiutare a “scegliere la colonna sonora” per la nostra pratica di meditazione, di asana o perchè no per la nostra lezione di Yoga.

Ogni singola nota porta con sé un enorme potere.

È possibile imparare ad ascoltare ogni singola nota o suono della natura, con profonda presenza e consapevolezza. Cerca di farlo mettendo da parte ogni aspettativa, nel farlo, ti invito a non cercare qualcosa, a non rincorrere un obiettivo, perché come dice il musicista indiano Tansen:

“Non basta l’intera vita umana per comprendere e dominare una o due note.”

Nicola Artico

Comments

  • Avatar
    Giuseppe 2 Aprile 2019 at 17:42 Rispondi

    Bravo Nicola, anch’io mi soffermo mentre pronuncio un OM o quando premo alcuni tasti di un piano o la vibrazzione di una corda della chitarra o berimbao, è tutto così trascendente

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *