fbpx

Simboli

Celebrare il Sole durante Makara Sankranti

Mentre ti scrivo, il sole di questa stagione sta rischiarando la stanza, rendendo l’atmosfera divinamente bella e illuminandomi il cuore.

Sebbene con il solstizio d’inverno si annunci l’inizio della stagione di crescita della luce nell’emisfero settentrionale, con il sole che inizia il suo viaggio di sei mesi verso nord, in India il 14 Gennaio è il giorno dedicato all’adorazione di Surya Devata, il Sole, la cui luce nutre e sostiene tutta la vita su questo pianeta. Makara Sankranti è celebrato anche come un periodo di rinnovamento. Da questo momento i giorni diventano più lunghi e progressivamente un pò più caldi.

Questo viaggio del sole è rispecchiato nel viaggio interiore che ha luogo nell’essere umano: Makara Sankranti simboleggia prana-shakti, che sale verso l’alto nel nostro essere, attraversa i vari chakra (centri energetici) e arriva al risplendente sahasrara, il loto dai mille petali

La parola sanscrita sankranti significa “passaggio”, mentre il makara è un animale mitologico, metà terrestre e metà acquatico, spesso raffigurato come una specie di coccodrillo. È considerato un guardiano degli ingressi e delle soglie.

È tradizione e consuetudine che a Makara Sankranti le persone offrano dei dolci fatti di semi di sesamo e zucchero grezzo, chiamati laddu.Scambiandosi questi dolci, si dicono l’un l’altro:«Ti prego, ricevi questo laddu e parla con dolcezza».Il senso di questa frase è un incoraggiamento affinché le persone ricordino ancora una volta la dolcezza che esiste nel mondo e lascino andare ciò che è amaro.

In tutta l’India moltissime persone, giovani e anziani, partecipano alle celebrazioni di questa giornata facendo volare gli aquiloni.Ognuno spera che sia il proprio aquilone ad avvicinarsi di più a Surya Devata.

Uno dei modi meravigliosi per celebrare Makara Sankranti è recitare dei mantra e cantare degli inni in omaggio al Sole. Questi mantra e canti di lode includono:

Surya Gayatri Mantra

Adityahrdayam

Surya Stotram

Suryastakam

Potete eseguire queste pratiche spirituali per tutto il giorno di Makara Sankranti. L’intera giornata è propizia per l’adorazione.

Il Signore Sūrya, il sole, è venerato in tutti i Veda, le scritture più antiche dell’India. Qui, tra i tanti nomi, viene chiamato Mitra, Savitṛ, Pūṣan, Āditya; ognuno di essi descrive un aspetto particolare della sua divinità. Le scritture descrivono il Signore Sūrya che attraversa i cieli sul suo carro, che ha una sola ruota con dodici raggi. Sūrya viene anche chiamato “frequentatore del cielo”, poiché nell’attraversare il cielo crea il giorno e la notte.

Altri modi in cui possiamo invocare la grazia del Signore Sūrya sono:

  • meditare sul sole che sorge;
  • praticare la sequenza Sūrya Namaskar, le 12 āsana (posture) tanto amate dagli hatha yogin.

Surya Namaskar è una delle sequenze più basilari di asana, o posizioni, dell’hatha yoga: è un’adorazione rivolta alla divinità del Sole, Surya Devata.Comprende dodici posizioni che rappresentano l’arco del sole dall’alba al tramonto. Via via che i praticanti eseguono queste posizioni, vivificano dentro di loro le qualità del sole:radiosità, flessibilità, vitalità e fermezza.

Surya Namaskar si fa sincronizzando le posizioni con il respiro.Viene eseguito con concentrazione e piena consapevolezza della connessione fra il flusso dei movimenti e il potere del respiro, così da sperimentare l’energia che pulsa in ogni cellula del corpo; in questo modo è più facile entrare nello stato di meditazione.

Il potere di Surya Namaskar può essere ulteriormente accresciuto ripetendo alcuni mantra durante l’esecuzione delle posizioni: ogniqualvolta il praticante ripete un mantra, a voce alta o mentalmente, si dice che sperimenti le qualità della divinità insita in quel mantra.

I mantra di Surya Namaskar rappresentano i differenti nomi di Surya Devata, il Sole, e recano molte benedizioni:

  • Calmano la mente.
  • Portano tranquillità ai sensi.
  • Aiutano il praticante a conseguire il suo obiettivo.

Nella pratica di Surya Namaskar si combinano posizioni, respiro e ripetizione dei mantra nel realizzare un vinyasa, o flusso, che crea una benefica sinergia fra mente, corpo, respiro e cuore: la sequenza delle dodici posizioni, insieme ai mantra corrispondenti, formati da OM, seguito dal mantra seme e dai mantra a surya.

Surya Namaskar rinforza la tua pratica di meditazione e fa sorgere al tuo interno le qualità del Sole: radiosità, flessibilità, vitalità e fermezza.

PRATICA LA SEQUENZA SU YOGARE CLICCANDO QUI: https://www.yogare.eu/surya-namaskar.html

Commenti

  • Avatar
    Robeta camozzi 14 Gennaio 2021 at 12:12 Rispondi

    Intressantissimo ! C’è un mondo dietro una “semplice” ricorrenza del calendario e una “semplice” sequenza di asana…. grazie di cuore! Roberta

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *